Materia Trasversale:

Il termine “Materie trasversali” è utilizzato per indicare le conoscenze non specifiche di una professione o di un ambiente organizzativo ed applicabili a compiti e contesti diversi. In questa parte della prova, le domande verteranno sui moduli di “Diritto ed etica della comunicazione" e quindi sulla conoscenza delle nozioni base del diritto d'autore, dei brevetti, della privacy e delle comunicazioni, e di “Inglese” per verificarxe competenze linguistiche acquisite su grammatica, comprensione, lettura e scrittura. Inoltre si verificherà quanto appreso durante l’unità formativa di “Informatica” in cui sono state trasmesse le competenze per la scelta del miglior hardware e setup necessari alla costruzione di una struttura per la produzione video digitale.


N° Domande: 4



Ideazione/Pre-produzione:

L’ideazione e la pre-produzione sono le fasi in cui si prepara la realizzazione di prodotto audiovisivo dal film, allo spettacolo teatrale a un concerto. Durante la fase di ideazione si produce uno script ossia la bozza iniziale del soggetto della sceneggiatura, successivamente si passa alla fase di pre-produzione, per il reperimento dei fondi necessari, la definizione della sceneggiatura e l'individuazione delle figure chiave, il regista, il direttore della fotografia e gli attori principali. Dopo aver ricevuto l’approvazione dei finanziatori si dà inizio quindi alla pre-produzione, la quale durerà fino all'inizio delle riprese. In questa parte della prova, le domande verteranno su tutte le unità formative affrontate durante il biennio riguardanti la "Pre-produzione e progettazione cinetelevisiva", " Ideazione e narrazione audiovisiva","Work flow e planning cinetelevisivo ", "Comunicazione multimediale e cross-mediale", "Controllo qualità del prodotto multimediale".


N° Domande: 7



Produzione:

La Produzione è la fase principale del processo di produzione cine-televisivo. In questa fase il produttore assicura le risorse umane, finanziarie e tecnologiche necessarie alla realizzazione dell'opera. Successivamente si darà il via alla fase delle riprese, suddivisa in 3 momenti principali: la lavorazione (le routines organizzative e amministrative della troupe sul set), lo shooting di location-lightning-posizionamento, concludendo con le riprese vere e proprie. In questa parte della prova, si verificheranno le competenze relative alle "Tecniche di ripresa" apprese durante il percorso formativo, l'utilizzo di una corretta "Fotografia per il cinema" utile alla sezione di shooting, uno sguardo alla "Distribuzione web e processi di innovazione" e alle "Nuove tecnologie per il video" che aggiungono al comparto produttivo uno sguardo al futuro in questo settore fortemente in cambiamento.


N° Domande: 6



Post-produzione:

La post-produzione è l'ultima fase della produzione cinematografica. Segue la lavorazione, in cui il prodotto viene girato, e precede la distribuzione al pubblico del prodotto finito. La post-produzione è composta di una serie di differenti processi, riguardanti sia la parte visiva che quella sonora. In questa fase è fondamentale la figura del direttore di edizione, che coordina i lavori, organizza le proiezioni di prova, gestisce i rapporti con le varie aziende specializzate, si occupa di alcune questioni legali, fino alla spedizione del film ai distributori. In questa ultima parte della prova verranno verificate le competenze riguardanti la fase di post-produzione, dando particolare spazio al "Montaggio ed editing audiovisivo" nel suo complesso, un appunto su "Sound Design" ed "Editing video avanzato", concludendo con le parti riguardanti la "Grafica raster e vettoriale", la "Videografica", e "Compositing e Visual FX" le quali permettono la creazione di ambientazioni e spazi fisici reali, costruiti in digitale.


N° Domande: 13